Il Decreto Fiscale è legge: le novità

Il Decreto Fiscale è legge: le novità

Dopo il via libera da parte della camera, il Decreto Fiscale è definitivamente legge.

Vediamo le misure che prevede:

Stop al condono, sanatoria per errori formali, che permette di sanare i debiti fiscali con il versamento di “200 euro per ciascun periodo d’imposta cui si riferiscono le violazioni”. Il versamento va fatto “in due rate” entro il 31 maggio 2019 ed entro il 2 marzo 2020.

Maxi sconti per chiudere le liti con il fisco: Le nuove procedure per definire controversie pendenti con l’Agenzia delle Entrate.

Rate più leggere per la rottamazione Ter: Il numero massimo di rate per il pagamento sale da 10 a 18, rendendo così gli importi più leggeri. Dal 2020 le scadenze passano da 2 a 4 l’anno.

Fattura elettronica dal 1° gennaio 2019: Il decreto fiscale conferma l’obbligo di fatturazione elettronica dal 1° gennaio 2019 sospendendo però le sanzioni per ritardi nei primi sei mesi. Sono esclusi dall’obbligo, nel 2019, gli operatori sanitari che utilizzano la tessera sanitaria per la precompilata. Abolita la numerazione progressiva delle fatture. Inoltre dal 1 luglio, le fatture devono essere emesse entro 10 giorni dall’operazione e registrate entro il 15 del mese successivo all’emissione.

Bonus bebè per il primo anno: E’ rinnovato il bonus bebè per i nati nel 2019 con una maggiorazione dell’assegno del “20% per ogni figlio successivo al primo”, assegno erogato solo per il primo anno di vita o di adozione.

Conti dormienti e polizze vita: Il decreto fiscale introduce alcune novità per i conti dormienti e le polizze vita. Le istituzioni dovranno attivarsi per cercare i beneficiari e non attendere soltanto che arrivino richieste di liquidazione dai titolari e dagli eredi.

Moratoria di un anno per la trasformazione delle Banche Popolari: Prorogato, dal 31 dicembre 2018 al 31 dicembre 2019, il termine per completare la trasformazione delle grandi banche popolari in Società per Azioni. La misura interessa solo le popolari di Sondrio e di Bari, le uniche ancora non trasformatesi in Spa.

Incentivi per la rete Tim-Open Fiber: Incentivi per la creazione di una rete unica Tim-Open Fiber per favorire lo sviluppo di infrastrutture “nuove e avanzate in banda ultra larga” con attenzione alla forza lavoro “dei soggetti giuridici coinvolti” e con tempi certi per la “separazione” della rete.

Scudo anti-spread per le assicurazioni: il quale permette la sospensione temporanea delle differenze negative nei titoli non durevoli. Quindi i soggetti che non adottano i principi contabili internazionali, per l’esercizio 2018, possono valutare i titoli in base al loro valore così come risulta dall’ultimo bilancio, anziché al valore desumibile dall’andamento del mercato, fatta eccezione per le perdite di tipo durevole.

Iva precompilata dal 2020: Partirà nel 2020 la precompilata per le liquidazioni trimestrali e la dichiarazione annuale Iva. Grazie ai dati che saranno acquisiti attraverso l’obbligo di fatturazione elettronica, alle comunicazioni delle operazioni transfrontaliere e ai dati dei corrispettivi acquisiti telematicamente, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione di tutti i soggetti passivi Iva, residenti e stabili in Italia, le bozze dei documenti relativi a registri, liquidazione periodica e dichiarazione annuale Iva. Chi accetterà la precompilata non avrà l’obbligo di tenuta del registro delle fatture e degli acquisti.

Anagrafe dei conti correnti aperta alla Guardia di Finanza: La GDF potrà accedere direttamente alla banca dati dei conti correnti senza dover più chiedere l’autorizzazione alla magistratura, per combattere gli evasori fiscali.

Stretta per chi circola in auto senza Rca: Raddoppiata la multa (che va da 848 e 3.393 euro) per chi viene sorpreso per più di una volta alla guida di un’auto non coperta da assicurazione. I recidivi rischiano inoltre la sospensione della patente da uno a due mesi e il sequestro del veicolo.

Medici e farmacisti esclusi dall’obbligo di fattura elettronica: per l’anno 2019 Sono esclusi dall’obbligo di fatturazione elettronica i medici e i farmacisti. I dati fiscali trasmessi al Sistema Tessera Sanitaria possono essere utilizzati dall’Agenzia delle Entrate non solo per l’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata. Previsto l’esonero dall’obbligo di fattura elettronica per chi aderisce al regime forfettario, e anche per le società sportive dilettantistiche che non abbiano incassato proventi oltre 65.000 euro.

Si riducono le tasse sulle sigarette elettroniche: Viene tagliata l’accisa dal 50% fino al 5% di quella applicata sulle sigarette tradizionali. Per le e-cig con nicotina l’imposta scende al 10%, mentre per quelle che non la contengono al 5%.

Sanatoria per l’edilizia agevolata: Con il pagamento di una quota che dovrà essere decisa dal ministero dell’Economia si risolve la questione degli immobili acquistati con il regime di edilizia agevolata e poi rivenduti a prezzi di mercato.

Più soldi per la lotta al caporalato: Incremento di 3 milioni di euro del Fondo Nazionale per le politiche migratorie a decorrere dall’anno 2019. Questo stanziamento servirà anche ad istituire presso il ministero del Lavoro un tavolo apposito sulla lotta al caporalato.

Reverse charge su tablet e cellulari: Il reverse charge è un meccanismo di inversione contabile per cui nelle transazioni tra due operatori con partita Iva che sono soggetti passivi d’imposta è il destinatario della cessione, quindi l’acquirente, a pagare l’imposta invece di chi cede il bene. Viene estesa la reverse charge sull’Iva nelle compravendite di cellulari, console per videogame, tablet e computer portatili, fino al 30 giugno 2022. La misura si applica anche alle cessioni di gas e di energia elettrica.

Questo sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Acconsentendo al trattamento dei dati raccoglieremo statistiche più accurate sulla tua navigazione.