E' ancora stretta creditizia

E' ancora stretta creditizia

È la Banca d’Italia a registrare l’ennesima diminuzione di credito erogato dal sistema bancario al sistema produttivo italiano. A marzo si è segnato un nuovo arretramento: - 9% in un anno.

Tra la fine del 2011 e marzo 2019 il credito bancario alle imprese è diminuito di circa 250 miliardi: solo nei primi tre mesi di quest’anno il calo è stato di 15 miliardi, un’accelerazione che preoccupa.

Ancora più allarmante è il divario dell’andamento dei prestiti al sistema produttivo e del prodotto interno lordo. Se il Pil cresce, seppur in maniera risicata, arretrano i prestiti e senza credito non ci sono investimenti, non si cresce e non si compete. Ancora di più in un sistema come il nostro che lega imprese al credito bancario senza alcuna concreta alternativa.

 

Questo sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Acconsentendo al trattamento dei dati raccoglieremo statistiche più accurate sulla tua navigazione.