Bonus Casa: è online il sito dove dichiarare gli interventi

Bonus Casa: è online il sito dove dichiarare gli interventi

È prorogata anche per l’anno 2019:

-la detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica al 65% (sostituzione di impianti di climatizzazione, l’acquisto e la posa di generatori d’aria calda a condensazione, ecc.).

-la detrazione al 50% per le spese sostenute per gli interventi di acquisto e posa di finestre dotate di infissi, schermature solari, impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse.

Da alcuni giorni inoltre è possibile dichiarare gli interventi di ristrutturazione edilizia grazie all’apertura del portale Enea, trasmettendo le informazioni per usufruire della detrazione fiscale del 50% per interventi edilizi e tecnologici realizzati nel 2018 che comportano risparmio energetico e/o l’utilizzo di fonti rinnovabili.

La legge di Bilancio 2018 riportava esplicitamente l’obbligo di effettuare una dichiarazione all’Enea (Ente per le nuove tecnologie, l’Energia e l’Ambiente) anche per gli interventi che, pur utilizzando le leggi per la ristrutturazione edilizia, il cosiddetto Bonus casa, avessero un impatto sul risparmio energetico. Tuttavia finora tale dichiarazione non era possibile, in quanto mancava materialmente il portale dedicato.

La dichiarazione va fatta per tutti gli interventi del 2018 e ci sono 90 giorni di tempo per inviarla. Per gli interventi già conclusi, il termine dei 90 giorni per l’invio delle informazioni verrà calcolato a partire dal 21 novembre, precisa Enea, che sottolinea: “Soltanto per gli interventi la cui data di fine lavori è compresa tra il 01/01/2018 e il 21/11/2018 il termine dei 90 giorni decorre dal 21/11/2018“.

Il portale, che si raggiunge all’indirizzo (clicca qui) è accompagnato da una guida alla trasmissione dei dati.

In essa Enea specifica meglio il tipo di interventi interessati dal Bonus casa. Il portale è strutturato in modo simile a quello per le dichiarazioni per risparmio energetico a cui siamo abituati, con le stesse schermate e sostanzialmente gli stessi dati.

Tra gli interventi previsti anche la sostituzione degli infissi ai fini della “riduzione della trasmittanza dei serramenti comprensivi di infissi che delimitano gli ambienti riscaldati“. Come pure segnalava lo scorso marzo 2018 la Guida alle ristrutturazioni edilizie dell’Agenzia delle Entrate.

Questo sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Acconsentendo al trattamento dei dati raccoglieremo statistiche più accurate sulla tua navigazione.